728 x 90

Sutor Basket, quinta sconfitta interna consecutiva

Sutor Basket, quinta sconfitta interna consecutiva

 

Sutor Basket Montegranaro – Riviera Banca Basket Rimini 71-77

Sutor Basket Montegranaro: Galipò 6, Masciarelli 8, Angellotti, Korsunov 8, Alberti 6, Malloni ne, Ambrogi ne, Mariani ne, Verdecchia ne, Botteghi, Murabito 23, Crespi 20. All: Baldiraghi.

Riviera Banca Basket Rimini: Tassinari 3, Mladenov 7, Scarponi, Rivali 7, Arrigoni 12, Bedetti 14, Rinaldi 5, Fabiani ne, Masciadri 11, Saccaggi 18. All: Ferrari.  

Arbitri: Castello di Schio (Vicenza) e Frigo di Montagnana (Padova). 

Note. Parziali: 24-23, 36-42,  52-63. Tl: Sutor 6/13, Rimini 14/18. Tiri da 3 Punti: Sutor 11/22, Rimini 9/26. Rimbalzi: Sutor 37, Rimini 33.

MONTEGRANARO – Quinta sconfitta interna consecutiva per la Sutor Montegranaro piegata in volata dalla Riviera Banca Basket Rimini per 71-77. La squadra di Baldiraghi, come era accaduto anche contro la Sebastiani Rieti, ha fornito una buona prova di carattere provando a gettare il cuore oltre l’ostacolo, Murabito ha chiuso con 23 punti giocando una buona gara, Crespi con l’ennesima doppia doppia condita da 20 punti e 10 rimbalzi però,quando sembrava che la rimonta si potesse concretizzare, una tripla di Saccaggi contro la zona 2/3 ha scombinato i piani di tornare in partita piena dei calzaturieri. Peccato perché la squadra è stata in grado di reggere bene l’urto e quando è andata sotto nel punteggio, non si è mai persa d’animo cercando di ricucire lo strappo.

Avvio di gara favorevole agli ospiti che dopo 2’25” grazie ad una canestro di Masciadri si portano sul più 7, 3-10. La Sutor però mai doma con un controparziale di 8-0 chiuso da una tripla di Korsunov opera il soprasso, 11-10 dopo 3’40”. La partita a questo punto si stabilizza su binari di equilibrio con la Sutor che trova una tripla importante di Murabito per il 19-14 al 8’. Mladenov, Arrigoni e Tassinari nel finale del quarto trovano canestri importanti e la compagine di Ferrari torna avanti sul 19-23 con un parziale di 0-9. Korsunov, Murabito e Crespi riescono a capovolgere l’inerzia della contesa ancora una volta e al 10’ la Sutor è avanti sul 24-23.

L’equilibrio regna sovrano anche dopo il ritorno in campo delle due squadre con minimi vantaggi da una parte e dall’altra fino al 16 sul punteggio di 31-33. Nel finale Rimini chiude meglio la propria difesa e in contropiede trova i canestri che fissano il punteggio al riposo lungo sul 36-42.

Al ritorno in campo un tripla di Masciadri e un canestro di Saccaggi regalano a Rimi il più 11, 36-47, la Sutor accusa il colpo, ma al 24’ i divario è di 14 punti, 39-53 con un canestro di Bedetti. Rimini sembra in controllo e solo nel finale con Crespi, Masciarelli e Murabito i gialloblù riescono a limitare i danni, al 30’ il punteggio è di 52-63.

Nell’ultimo periodo, le squadre in campo sembrano avere le polveri bagnate poi, Murabito e Korsunov con due triple riportano la Sutor a meno 8, 58-66. La squadra difende bene e Murabito a metà dell’ultimo quarto e Masciarelli poco dopo, fanno tornare la loro squadra a meno 4, 62-66. La difesa a zona 2/3 fino a quel momento impenetrabile si apre su una tripla di Saccaggi che riporta Rimini a più 7, 62-69 al 35’30”. Nel finale sale in cattedra Rivali che con 7 punti in pochi minuti tiene lontano il tentativo dei recupero della Sutor. Quattro punti di Crespi e due di Masciarelli consentono ai calzaturieri di riportarsi a meno 4 sul 71-75 a 22” dalla sirena. Masciadri dalla lunetta chiude i conti con Rimini che vince per 71-77.

“Contro Rimini abbiamo fornito una ottima prestazione – ha detto il coach Massimiliano Baldiraghi – forse la migliore della stagione contro una squadra importante, allenata molto bene. Il problema è che in questo momento magari produciamo buone prestazioni, ma non riusciamo a fare risultato. La nostra missione è quella di giocare bene e magari anche vincere. E’ sicuro che se noi siamo questi, riusciremo a fare bene. Con Rimini la squadra ha proposto tante cose buone sia dal punto di vista tecnico, tattico e per quanto riguarda lo spirito. Dobbiamo continuare su questa strada, cosa che non sempre siamo stati in grado di fare con alti e bassi. Se riusciremo ad acquisire la continuità giusta, contro squadre del nostro livello, sicuramente potremo anche riuscire a fare risultato”.

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos