728 x 90

Controllo di vicinato a Tre Archi, Voltattorni attacca: “Comitato di quartiere  snobbato dalle istituzioni”

Controllo di vicinato a Tre Archi, Voltattorni attacca: “Comitato di quartiere  snobbato dalle istituzioni”

 

FERMO – “Sul tema della sicurezza ci sono alcuni aspetti che ci sfuggono e che come cittadini facciamo veramente fatica a comprendere. Soprattutto se si considera che la tanto sbandierata prervenzione a cui  le istituzioni non perdono occasione di fare riferimento viene invece incomprensibilmente snobbata, ignorata e in qualche caso ostacolata . Lo afferma il presidente del comitato di Lido Tre Archi Gabriele Voltattorni che esprime  “rammarico per il modo con il quale il comune di Fermo sta portando avanti tale delicato argomento. Sto patlando – dice Voltattorni  – del controllo di vicinato che noi cittadino vorremmo portare avanti per aiutare le forze dell’ordine sempre più in affanno a controllare un territorio come la costa fermana da anni in mano a bande di delinquernti di ogni tipo. Il controllo di vicinato non è altro che un occhio in più sulle strade di Tre Archi con i cittadini che osservano, guardano, controllano e telefonano subito alle forze dell’ordine nel caso in cui notano situazioni potenzialemente a rischio.  Secondo il comune di Fermo i cittadini addetti al controllo di vicinato non devono telefonare alle forze dell’ordine in caso di situazioni di rischio o di pericolo ma inviare una mail al Comune. Ma ve  lo immaginate un residente che durante i controlli di prevenzione deve correre a casa, accendefre un computer e scrivere una mail? E poi la riservatezza che fine fa’? E che le legge queste mail? E in quali tempi in una eventuale situazione di pericolo saranno allertate polizia e carabinieri? Insonmma il sindaco di Fermo, l’assessore alla sicurezza e la Prefettura avrebbero fatto meglio a dirci che questo controllo di vicinato non lo vogliono,  che la collaborazione dei residenti non serve, senza svilire l’impegno di quanti si sono messi a disposizione delle istituzioni per ercare di dare un mano contro una criminlità che sulla costa non accenna a diminuire. Vorreri solo ricordare che dove il controllo di vicinato è stato attuato ha dato risultati più che positivi , quindi cone residenti impegnati  a collaborare con le istituzioni non capiamo i motivi per i quali è stata scelta questa assurda strada della mail  che non potrà mai dare alcun risultato positivo. Il Comune dica in manierra chiara se intende avvalersi della collaborazione dei residenti oppure no, senza trovare strade tortuose e incomprensbili per azzerare il controllo di vicinato”.

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos