728 x 90

Libreria La Perdigiorno. Un viaggio nell’Amazzonia interiore con Raffaele Catà. La gioia non è mai veramente perduta

Libreria La Perdigiorno. Un viaggio nell’Amazzonia interiore con Raffaele Catà. La gioia non è mai veramente perduta

Sabato 19 marzo, alle ore 18:30, nella libreria e caffetteria La Perdigiorno di Porto San Giorgio, viale della Vittoria 117, si terrà la presentazione dell’ultimo libro di Raffaele Catà: “Curamatàra – viaggio nell’Amazzonia interiore” ed. Scienze e Lettere

Tutti dobbiamo affrontare i demoni che abbiamo dentro e che si chiamano paura, odio e rabbia. Se non riusciamo a sconfiggerli, cento anni di vita ci appariranno come una tragedia. Se ci riusciamo, un solo giorno di vita potrà essere un trionfo”.

Ho iniziato l’articolo con questa celebre frase, tratta da Dragon- La storia di Bruce Lee, perché credo che tutta l’opera di Raffaele Catà, nato a Fermo, classe ’83, laureato in Filosofia e in Scienze Filosofiche presso l’Università di Bologna, non prescinde dalla precisa consapevolezza che nella vita si può vincere o perdere in base alla propria sfera emozionale.

Curamatàra è il frutto di quasi cinque anni in cui Catà, tra andate e ritorni, intervallando i viaggi con la sua attività di studioso, educatore e ricercatore (è tra i fondatori del Centro Studi “La Casa di Sofia” di Porto San Giorgio) ha vissuto in Brasile e in particolare sulla linea di confine dove si interfaccia la parte amazzonica, quindi l’eredità culturale e sociale degli indigeni, e il Brasile delle metropoli come Salvador, Rio, San Paolo.

Anche l’uomo che vive in occidente prova delle emozioni. Le emozioni, infatti, sono transculturali.

Quello che cambia è l’espressione delle emozioni; quest’ultima è legata all’ambiente, alla società e in generale al contesto storico, politico e sociale in cui le emozioni si trovano ad essere espresse.

Nel suo viaggio in Amazzonia, quindi, Catà ci porta in un contesto in cui le emozioni trovano una capacità di espressione così genuina da diventare un’occasione per riscoprire una parte profonda di sé.

Un viaggio e un ritorno a sé stessi che può portare ad una gioia mai veramente perduta.

Quello di Catà è anche un viaggio tra le note dolenti, ossia tra le ferite dell’Amazzonia: la deforestazione, aumentata del 75,6% dal 2019, da quando Jair Bolsonaro è diventato presidente del Brasile.

Impietosi anche i numeri relativi agli incendi forestali, cresciuti del 24%, e alle emissioni di gas serra, aumentate del 9,5%.

In conclusione: “noi possiamo salvare l’Amazzonia tanto quanto l’Amazzonia può salvare noi”.

Un estratto da Curumátara:

“La foresta è un tripudio di grida, fischi, canti. Eppure tutto accade all’interno di un grande silenzio. Rallento il passo. Rimango immobile. Stringo il machete nella mano. Sono appena pochi metri dentro la selva eppure tutto sembra diverso ora, dentro e fuori.

Mi viene in soccorso, nella mente, la voce pacata e incisiva di Mauro Scardovelli : “La vera filosofia consiste nel liberarci dalle voci ostili interne ed esterne”. Ora quel serpente mentale sembra ritrarsi, ritornando nella tana umida e oscura del cervello.”

Raffaele Catà ha pubblicato, nel 2021 per le edizioni Om, il saggio La terra senza sentieri. Jiddu Krishnamurti e la filosofia.

Curamatàra – viaggio nell’Amazzonia interiore è la sua opera seconda.

Informazioni utili per la presentazione

Data:  Sabato 19 marzo

Orario: 18:30

Luogo: La Perdigiorno. Libreria, Caffetteria (Viale della Vittoria 117 – Porto San Giorgio)

I posti sono limitati. Gradita la prenotazione

Info: libreria@laperdigiorno.it

0734.251486

 

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos