728 x 90

Comitato Corta e Confabitare “Tre Archi abbandonato”

Comitato Corta e Confabitare “Tre Archi abbandonato”

.

Fermo –  ” La citta’ e il territorio devono sapere: Tre Archi e’ stato abbandonato dalle istituzioni. Lasciato in balia di delinquenti e in mano a bande della peggiore specie”. Il comitato dei residenti CO.R.T.A. e Confabitare attaccano dopo gli ultimi episodi di cronaca che hanno messo a ferro e fuoco la costa fermana. “Ci sono palazzi dove la criminalità fa il bello e il cattivo tempo,  con occupazioni di appartamenti che vengono utilizzati come basi logistiche per le varie attivita’ criminali, sventrati, lasciati nel più completo abbandono, pieni di sporcizia maleodorante con rischio per la salute pubblica, come in via Segni. Dov’è l’autorità sanitaria della città……. Il Sindaco?

 Abitazioni ridotte a porcilaie senza che ne comune né Prefettura muovino un dito per porre rimedio. E’ questa la sicurezza di cui tanto blaterano il sindaco e l’assessore? E’ questa la risposta delle istituzione ai residenti e ai proprietari di case che vivono sulla propria pelle questa assurda situazione? L’amministrazione fermana ha chiuso gli occhi su Lido Tre Archi, ancora una volta ha tradito i residenti. E’ vergognoso che decine di famiglie siano lasciate in questa perenne condizione di insicurezza.

L’ultimo accoltellamento conferma quanto poco o nulla sia stato fatto per liberare un quartiere che da anni e’ in mano a bande di stranieri che ne hanno fatto una base logistica del crimine. Siamo alle porte di una nuova stagione estiva e temiamo che ancora una volta Tre Archi sarà costretta a vivere nel terrore, con i residenti esasperati  che non sanno piu’ a chi chiedere aiuto.

Comune e Prefettura hanno girato lo sguardo altrove consentendo ai delinquenti di operare liberamente sapendo che per loro non esistono ostacoli. E i risultati di questa situazione sono sotto gli occhi di tutti. grazie sindaco, Grazie signor Prefetto, assessore e delegato alla sicurezza per non aver fatto nulla. Anzi no, hanno pensato alle opere pubbliche, spesso discutibili e costose, come rimedio ai problemi del quartiere, oltre a criminalizzare quanti da anni denunciano e lanciano allarmi sempre inascoltati, mentre si tengono inutili comitati per l’ordine e la sicurezza……..”

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos