728 x 90

Donati alla biblioteca civica “R. Spezioli” di Fermo due importanti volumi dell’Arma dei Carabinieri

Donati alla biblioteca civica “R. Spezioli” di Fermo due importanti volumi dell’Arma dei Carabinieri

 

Un dono tanto sentito quanto gradito. Oltre al ruolo istituzionale che la vede preposta alla tutela dei cittadini e alla sicurezza pubblica, l’Arma dei Carabinieri cura, con pregio, anche un’attività editoriale importante sulla sua attività, sulla sua storia e sul suo contributo per la società, con delle rare pubblicazioni.

Due di queste sono state donate alla Città di Fermo e alla Biblioteca Civica questa mattina attraverso il Comandante Provinciale dei Carabinieri Col. Antonio Marinucci che le ha consegnate nelle mani del Sindaco Paolo Calcinaro. Presenti anche l’Assessore alla Cultura e Pari Opportunità Micol Lanzidei e la Responsabile del Sistema Interprovinciale Piceno per le Biblioteche, nonché Direttrice della biblioteca “R. Spezioli”, Maria Chiara Leonori.

Due libri riguardanti la storia d’Italia attraverso il contributo fornito dall’Arma dei Carabinieri e che da oggi avranno collocazione anche nella biblioteca fermana.

Il Sindaco, l’Assessore e la Direttrice hanno espresso gratitudine all’Arma dei Carabinieri e al Comandante Marinucci per aver pensato alla biblioteca fermana, per averne voluto impreziosire il ruolo di città dal prezioso patrimonio librario, anche con due belle pubblicazioni, a testimoniare l’importanza che a Fermo assumono gli studi, la ricerca, la storia e per la vicinanza dell’Arma alla città anche dal punto di vista culturale.  Il Comandante Marinucci ha ricordato che entrambi i volumi hanno avuto una tiratura limitata, sono stati donati in Italia alle sole Biblioteche di interesse nazionale, alle facoltà universitarie, a Musei di Storia Moderna e a Centri Studi di Storia Contemporanea per cui, a nome dei Carabinieri, ha sottolineato l’importanza del fatto che questi due libri potranno essere consultati e letti anche nella Biblioteca di Fermo.

Il primo volume “La Grande Guerra dei Carabinieri”, tratta in modo organico il ruolo dell’Arma dei Carabinieri nel Primo Conflitto mondiale con un taglio divulgativo e una marcata impronta interdisciplinare. Infatti il volume, realizzato nell’ambito delle iniziative per la commemorazione del Centenario della Grande Guerra  con il supporto dello Stato Maggiore della Difesa e i contributi di diversi   professionisti di settore appartenenti a Forze Armate/Università, anche straniere [Austria e Francia], ripercorre la partecipazione dell’Arma dei Carabinieri, allora Reali Carabinieri, alla guerra, mettendola in parallelo con le vicende delle altre Forze di polizia militare europee nello stesso torno di tempo. L’opera può dunque ben inserirsi in quella che oggi è una mission: ricostruire la storia della collaborazione interforze in Italia.

L’altro volume, “80 (Ho tanta) Storia – Gli Ottant’anni del Museo Storico dell’Arma dei Carabinieri”, è stato realizzato per celebrare gli 80anni dalla nascita del Museo Storico dell’Arma, che si trova a Roma in piazza del Risorgimento, con il contributo di professionisti della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, del Museo Centrale del Risorgimento, dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, della Fototeca dei Musei Vaticani. L’opera raccoglie le testimonianze del lungo percorso del Museo Storico dell’Arma, rendendo omaggio alla sua storia e ai suoi protagonisti, diventando narrazione viva ed autentica ed attingendo dal passato per guardare con fiducia verso il futuro.  

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos